2018
 
2017
2016
2015
56o CAMPIONATO ITALIANO GENTLEMEN
Il torneo finale del Campionato Italiano Gentlemen 2006 (cinquantaseiesima edizione) si disputa presso l'ippodromo di ... nei giorni .... .. 2006. Sono ammessi a partecipare i Gentlemen vincitori della classifica risultante dalla disputa delle prove di selezione effettuate entro il 31 maggio nei seguenti ippodromi di ciascun gruppo di Regioni: ..... per Piemonte Liguria e Val d'Aosta, ..... per Lombardia, ..... per Friuli e Venezia Giulia, ..... per Veneto e Trentino, ..... per Emilia Romagna, ..... per Toscana, ..... per Marche Abruzzo e Molise, ..... per Lazio Umbria e Sardegna, ..... per Campania, ..... per Puglia Basilicata e Calabria, ..... per Sicilia.

Alle prove di selezione regionale sono ammessi i primi 12 (dodici) Gentlemen soci Federnat (soci ordinari a pieno titolo di uno degli 11 Club Gentlemen affiliati) residenti in ciascun gruppo di regioni, classificati secondo la classifica nazionale a punteggio UNIRE-Trotto 2005. In caso di parità di punteggio, si tiene conto del maggior numero di vittorie; in caso di ulteriore parità, si procede a sorteggio.

Limitatamente a questa manifestazione, ove è necessario ricorrere al sorteggio dei cavalli, i Gentlemen aventi diritto possono guidare cavalli non di proprietà anche se titolari di licenza Gentleman che non lo consente.

In caso di mancata partecipazione di qualcuno dei primi 12, a ciascuna prova di selezione possono essere ammessi i Gentlemen che li seguono nella graduatoria delle rispettive regioni.
I Gentlemen aventi diritto possono partecipare alle selezioni anche se appiedati alla data delle prove, purché non deferiti alla Commissione di Disciplina, poiché si ritengono partenti alla data del 1° Gennaio.
Le prove di selezione regionale consistono in tre corse da tenersi in una o più giornate, fuori dal normale calendario di corse Gentlemen.
E' ammesso al torneo finale il vincitore della classifica di queste tre corse in base al punteggio ENCAT (10 5 2 1 0,5) . Ogni giornata di appiedamento a qualunque titolo comporta una penalizzazione di 1 punto. In caso di parità di punti, si tiene conto del numero delle vittorie, poi del numero dei migliori piazzamenti successivi anche dopo il quinto posto. In caso di piazzamenti tutti uguali, si procede al sorteggio.
Qualora il vincitore della selezione non sia disponibile per il torneo finale, subentra il secondo in classifica e così via, sempre con il criterio di cui sopra in caso di parità. I qualificati che non dovessero aderire, senza giustificato motivo, alla fase finale della manifestazione, perdono il diritto a partecipare per l'anno successivo.
I Gentlemen vincitori della classifica delle prove di selezione devono inoltrare, con almeno 30 giorni di anticipo, alla Federnat (per l'inoltro all'Ufficio Tecnico dell'UNIRE-Trotto) la dichiarazione di partenza per le 4 corse del torneo finale. Trascorso tale termine, la Federnat, acquisite le adesioni, le invia alla Società di corse interessata e per conoscenza all'UNIRE ed eventualmente, di concerto con la Società di Corse, contatta coloro che li seguono n classifica.
Chi, datosi partente con la suddetta dichiarazione, non partecipa senza giustificato motivo al torneo finale, è punito con un appiedamento di 20 giornate.
Gli aventi diritto possono partecipare al torneo finale anche se appiedati alla data della corsa, purché non deferiti alla Commissione di Disciplina, poiché si ritengono partenti sin dalla data delle selezioni regionali.
Il torneo finale è articolato in 4 corse con formula a invito. I cavalli sono assegnati ai partecipanti per sorteggio pubblico in sede e ora adeguatamente pubblicizzati. Non può essere dichiarato partente un cavallo di proprietà di uno degli 11 finalisti.

E' dichiarato Campione d'Italia il Gentleman che totalizza nelle 4 corse il miglior punteggio complessivo, calcolato in conformità al regolamento ufficiale internazionale:
  • per ogni vittoria: 4 punti più del secondo
  • per ogni secondo posto: 2 punti più del terzo
  • per i successivi piazzamenti il punteggio decresce di 1 in modo che l'ultimo ottenga 1 punto
  • a tutti coloro che non terminano il percorso viene assegnato 1 punto
  • in caso di ritiro, dopo la dichiarazione dei partenti, del cavallo assegnato, al Gentleman dichiarato partente e non partito viene assegnato un punteggio pari a quello ottenuto da chi si è piazzato a metà classifica (attribuendo eventualmente anche i mezzi punti)
  • ogni giornata di appiedamento a qualunque titolo comporta una penalizzazione di 1 punto.
Il punteggio di ogni gara viene calcolato tenendo conto del numero di cavalli effettivamente partiti.
In caso di parità di punteggio, si tiene conto del numero delle vittorie; poi del numero dei migliori piazzamenti; in caso di ulteriore parità, si procede a sorteggio.
Trofeo al vincitore, offerto dall'UNIRE.
Il vincitore del torneo finale ha diritto di rappresentare l'Italia nelle manifestazioni internazionali ufficiali per Gentlemen.
Per quanto non previsto fa fede il Regolamento delle Corse al Trotto vigente. Eventuali controversie in merito all'applicazione del regolamento della manifestazione saranno risorte dall'UNIRE-Area Trotto.
XXXI TROFEO DELLE REGIONI D'ITALIA "Onesto Zamboni"
Il Trofeo si articola in una corsa di selezione in ogni regione, con torneo finale presso l'ippodromo di ... nella giornata del ... ... 2006.

Al torneo finale sono ammessi i Gentlemen soci Federnat (soci ordinari a pieno titolo di uno degli 11 Club Gentlemen affiliati) classificati ai primi due posti nella selezione regionale da disputarsi entro il 31 maggio nei seguenti ippodromi di ciascun gruppo di Regioni: .... per Piemonte Liguria e Val d'Aosta, ..... per Lombardia, ..... per Friuli e Venezia Giulia, ..... per Veneto e Trentino, ..... per Emilia Romagna, ..... per Toscana, ..... per Marche Abruzzo e Molise, ..... per Lazio Umbria e Sardegna, ..... per Campania, ..... per Puglia Basilicata e Calabria, ..... per Sicilia. ..........
La prova di selezione è programmata come corsa a invito riservata ai Gentlemen, vincitori di almeno 5 corse o che abbiano conseguito almeno 20 piazzamenti, residenti nelle regioni interessate.
Un Gentleman appiedato per danneggiamento nella prova di selezione non può partecipare al torneo finale e viene sostituito da chi lo segue in graduatoria.
Per la finale, e limitatamente a questa manifestazione, i Gentlemen aventi diritto possono guidare cavalli non di proprietà anche se titolari di licenza che non lo consente.
I vincitori della selezione devono inoltrare alla Federnat (per l'inoltro all'Ufficio Tecnico dell'ENCAT) , con almeno 30 giorni di anticipo, la dichiarazione di partenza per il torneo finale. Trascorso tale termine, la Federnat, acquisite le adesioni, le invia alla Società di Corse interessata e per conoscenza all'UNIRE e, se necessario, contatta in tempo utile le riserve per l'eventuale adesione.
I qualificati che non dovessero aderire alla finale senza giustificato motivo, perdono il diritto a partecipare alla manifestazione per l'anno successivo.
Chi, datosi partente con la suddetta dichiarazione, non si presenti al torneo finale, è punito con un appiedamento di 20 giornate.
Gli aventi diritto possono partecipare al torneo finale anche se appiedati alla data delle corse, poiché si ritengono partenti sin dalla data della selezione regionale.
I qualificati disputano 2 batterie, a ognuna delle quali deve partecipare un solo rappresentante di ogni regione.
Per le batterie, si procede a un'unica raccolta delle iscrizioni ed estrazione dei numeri. I cavalli, dopo la dichiarazione dei partenti, vengono distribuiti tra le due corse col criterio dei numeri pari e dei numeri dispari, fatta salva la partecipazione di un solo rappresentante di ogni regione.
I primi 5 (cinque) classificati di ogni batteria disputano la finale, che può essere programmata lo stesso giorno o il giorno seguente. In caso di parità per il quarto posto si procede a sorteggio.
In caso di incidente o indisposizione di un finalista, si deve procedere anche al ritiro del cavallo con cui era stato dichiarato partente.
Batterie e finale sono programmate come corse a invito su 1.600 metri.
Nella finale, i numeri di partenza sono assegnati secondo la dichiarazione iniziale dei partenti.
Se il numero complessivo di partenti delle due batterie è superiore a 19 (diciannove), i non piazzati che hanno preso parte alle batterie sono ammessi a una corsa di consolazione. Nella corsa di consolazione, i numeri di partenza sono assegnati con lo stesso criterio di cui sopra.
Il Gentleman appiedato per danneggiamento in batteria non può partecipare (con il relativo cavallo) alla finale ed è sostituito dal Gentleman (con il relativo cavallo) classificato al posto immediatamente successivo nella batteria in cui è avvenuto il danneggiamento. Il cavallo impedito a prendere parte alla finale per questo motivo, può partecipare alla consolazione guidato da un altro Gentleman.
La Regione di appartenenza del vincitore della finale viene dichiarata vincitrice della manifestazione. Trofeo UNIRE al Club di appartenenza del vincitore.
XL TARGA D'ORO PER GENTLEMEN DRIVERS SOCI FEDERNAT
Le corse valide per l'assegnazione della Targa d'Oro si tengono a ... nella giornata del .... .... 2006.

Possono parteciparvi i 22 Gentlemen soci Federnat (soci ordinari a pieno titolo di uno degli 11 Club Gentlemen affiliati) che hanno conseguito nel 2005 il maggior numero di vittorie. In caso di parità di vittorie si tiene conto dei singoli successivi piazzamenti e in caso di ulteriore parità si procede a sorteggio.
In assenza dei Gentlemen aventi diritto, possono partecipare i Soci Federnat con licenza Gentleman che li seguono in classifica.
I Gentlemen aventi diritto possono partecipare anche se appiedati alla data delle prove, purché non deferiti alla Commissione di Disciplina, poiché si ritengono partenti alla data del 1° gennaio.
Gli aventi diritto che non dovessero partecipare senza giustificato motivo, perdono il diritto a partecipare alla manifestazione per l'anno successivo.

Gli aventi diritto devono inoltrare alla segreteria della Società di Corse ospitante, con almeno 30 giorni di anticipo, la dichiarazione di partenza per il torneo finale. Trascorso tale termine, la Società di Corse, di concerto con la Federnat, contatterà coloro che li seguono in classifica. La Società trasmetterà all'UNIRE i nominativi dei Gentlemen dichiaratisi partenti. Chi, datosi partente con la suddetta dichiarazione, non si presenti al torneo finale, viene punito con un appiedamento di 20 giornate.

Si disputano 2 batterie a invito cui sono ammessi, con il criterio dei numeri pari e dispari, 10 Gentlemen ciascuna.
Sia le batterie che la finale sono indette come corse a invito di categoria C o D o E su metri 1600.

I primi 5 (cinque) classificati in ciascuna batteria prendono parte alla finale, effettuata il giorno stesso o il giorno seguente.

Se il numero complessivo dei partenti delle due batterie è superiore a 19 (diciannove) , i non piazzati che hanno preso parte alle batterie sono ammessi a una corsa di consolazione effettuata il giorno stesso o il giorno seguente.
I Gentlemen appiedati per danneggiamento in batteria, non possono partecipare (col relativo cavallo) alla finale e sono sostituiti dai Gentlemen (con relativo cavallo) classificati ai posti immediatamente successivi nella batteria in cui è avvenuto il danneggiamento.
Il cavallo, impedito a prendere parte alla finale per questo motivo, può partecipare all'eventuale consolazione guidato da qualunque altro Gentleman.
In caso di incidente o indisposizione di un finalista, si deve procedere anche al ritiro del cavallo con cui era dichiarato partente.
I cavalli mantengono nelle batterie, finale e consolazione lo stesso ordine previsto nella stesura iniziale della corsa.

Al vincitore viene attribuita la Targa d'Oro messa in palio dall'UNIRE.
GRAN PREMIO FEDERNAT
La XXV edizione del Gran Premio Federnat, riservato ai Gentlemen in possesso di regolare licenza rilasciata dall'UNIRE, comprenderà 3 batterie, consolazione e finale da disputarsi sulla breve distanza.

Dotazione della finale: € (da definire) .
Le iscrizioni sono soggette a pagamento con le modalità stabilite per i Gran Premi.

La corsa è indetta come handicap per cavalli indigeni, di 5 anni e oltre, e femmine importate, di 4 anni e oltre, appartenenti a scuderie con colori rilasciati in Italia, che abbiano conseguito il tempo di 1.15.5 o migliore, applicando il criterio della taratura delle piste, negli ultimi 6 mesi compreso quello della corsa.

Non possono essere programmati più di due nastri.
Alla formazione delle batterie si procede nel modo seguente:
  • viene predisposto un handicap generale, come se si trattasse di un'unica corsa su 2 nastri
  • dichiarazione di tutti i partenti come se si trattasse di un'unica corsa
  • i cavalli partenti vengono suddivisi in 3 batterie secondo il criterio: I batteria numeri 1 - 4 - 7, II batteria numeri 2 - 5 - 8, III batteria numeri 3 - 6 - 9… .
Nelle batterie e nella consolazione sono esclusi per sorteggio tutti i cavalli in soprannumero per ogni singolo nastro, qualora si presenti tale eventualità.

I primi 3 classificati di ciascuna batteria sono ammessi alla finale secondo i numeri e le distanze dell'handicap iniziale. In caso di arrivo in parità per il 3° posto, si procede a sorteggio.
Tutti gli altri possono partecipare alla consolazione, purché scesi in pista per la disputa delle batterie. I cavalli che non partecipano alla consolazione non saranno allontanati.

Ai Gentlemen responsabili di danneggiamento in batteria, se qualificati per la finale, viene applicata la sanzione prevista in misura tripla quale aggravamento della stessa. Resta inteso che altre violazioni vengono sanzionate con periodi di appiedamento raddoppiati nella misura, in quanto trattasi di Gran Premio.

Il Gentleman vincitore riceve in premio un trofeo offerto dall'UNIRE.
Coppe in argento offerte dalla Federnat al secondo, terzo e quarto della finale. Trofeo in argento offerto dall'UNIRE all'allenatore del cavallo vincitore.